venerdì 4 ottobre 2019

Perché ho restituito il server HP ML30 Gen10

Da qualche tempo mi sto informando per l'acquisto di un piccolo home server.

Per il confronto di specifiche techniche, CPU, memorie, sistemi di management remoti e controller RAID si possono perdere giornate intere.

Dopo un intenso periodo di formazione di base, trovo su Amazon il nuovo HP ML30 Gen 10 che riporta il codice P06781-425. Date le scarse informazioni sulla pagina del negozio, cerco sul sito HPE maggiori specifiche.
Noto è la scritta "L’immagine potrebbe essere diversa dal prodotto". Penso ingenuamente che riportarlo sia una prassi comune e non ci presto troppa attenzione.
Inizio quindi a setacciare a fondo la pagina del prodotto.


giovedì 29 agosto 2019

Aggirare il firewall aziendale con una VPN, for dummies

Problema: per ragioni sicurezza i firewall di molte aziende bloccano la maggior parte delle porte e ne consentono solo alcune, come la 80 o la 443. In questi casi, per poter utilizzare una VPN, non abbiamo scelta se non usare una porta che raramente viene bloccata: la 443. Ma come fare se è notoriamente già riservata a HTTPS?


Vedremo come utilizzare OpenVPN, nonostante la porta 1194 di default sia bloccata.
Il problema evidenziato in questo articolo presuppone che, sullo stesso server in cui è hostata la VPN, ci sia un webserver che deve fornire pagine su HTTPS, altrimenti basterebbe impostare direttamente la VPN per utilizzare la porta 443.

Nota: per questa guida è richiesta una buona conoscenza di base della shell di Linux.

martedì 27 agosto 2019

Downgrade Windows 10 Pro a Home

Cercando di aggiornare un PC Windows 10 Home con licenza OEM a Windows 10 Pro attraverso una chiave digitale, sono rimasto in un limbo in cui la mia licenza Home non era valida e allo stesso tempo la licenza Pro non era stata accettata.

L'unica soluzione possibile per avere nuovamente Windows licenziato era quella di tornare a Home. Date le poco utili risposte sulle pagine di supporto Microsoft, ho deciso di condividere i passaggi da effettuare.


mercoledì 5 luglio 2017

LED RGB ASUS Crosshair VI Hero morti: come resuscitarli e verificare l'SPD delle RAM

Da qualche mese ho assemblato il mio nuovo PC fisso su piattaforma Ryzen, scegliendo come scheda madre la top di gamma di ASUS, ovvero la Crosshair VI Hero ROG.

Non molto tempo dopo i LED RGB si sono irrimediabilmente spenti. Non è servito a nulla provare a rimuovere il software AURA, riavviare, togliere la corrente, ecc.
Sebbene in molti sostenessero che si trattasse di un problema puramente elettrico, in realtà non era così: è semplicemente un bug del firmware che gestisce i LED. Ma, proprio quando l'unica soluzione sembrava spedire la mobo in assistenza, è stato rilasciato un software che permette di riportare in vita i LED defunti.

Inoltre, spulciando qualche forum, sono venuto a conoscenza che un grave bug di AURA sovrascrivesse i valori SPD delle RAM, cioè dei "dati" impiegati per effettuare la configurazione automatica dei banchi di memoria RAM installati. Di seguito vedremo come ripristinare le funzionalità dei LED e verificare il valore SPD:

martedì 16 agosto 2016

I software in serata: Power Status Utility

Stasera, in una pausa dallo studio (accidenti, ho sostenuto un esame solo ieri!), ho deciso di svagarmi sviluppando un banale software per PC...